Comacchio, la cosiddetta "piccola Venezia" che è il centro storico più originale ed affascinante del Delta del Po. 

Erede dell'antica Spina, a lungo contesa da ferraresi e ravennati, da Papi e Imperatori, ha origini antichissime: sorse infatti agli albori del Medioevo su tredici isolotti e fondò esclusivamente sull’acqua il proprio sviluppo urbano ed economico. 
Pesca, vallicoltura, produzione del sale furono la fonte della sua floridezza e anche dei suoi rovesci, a causa dei conflitti che la opposero a Venezia. Oggi rimane una città dalle caratteristiche architettoniche intatte ed uniche, abitata da gente fiera delle proprie origini e dall'identità forte, una città di canali, di palazzi e di ponti monumentali.

Comacchio è una suggestiva città lagunare risalente all’epoca tardo-romana. L’attuale centro storico conserva notevoli testimonianze del passato: bellissime chiese e monumenti sospesi tra ponti che sovrastano i canali, primo fra tutti il seicentesco Trepponti, antica porta d’ingresso alla città.

"Trepponti" è Il monumentale ponte e la porta della città, formato da cinque scalinate ad arco. Scendendo dalla scalinata centrale, si accede alla piazzetta dove si svolge tutte le mattine il mercato del pesce all'interno della caratteristica pescheria, anch'essa del XVII secolo. 
Lungo il canale sono attraccate le tipiche barche di valle (batane), sulle quali è possibile salire per visitare la città da un punto di vista più suggestivo.

Da non perdere:

MUSEO DEL DELTA ANTICO:
Il nuovo Museo Delta Antico Illustra l'evoluzione del territorio e degli insediamenti umani che hanno caratterizzato il delta del Po. Dalle prime tracce di cività rinvenute fino all'età classica, di particolare rilievo la sezione dedicata alla città estrusca di Spina, con gli oggetti provenienti dall'abitato e i ricchi corredi delle tombe. Nel museo è stato poi trasferito il prezioso carico della nave romana di Comacchio. Un'imbarcazione commerciale di epoca romana, risalente ai primi anni dell'impero (fine I sec. a.C.); è stata rinvenuta nel 1981 alla periferia di Comacchio. Il suo naufragio presso l'antico litorale romano, molto più arrestrato rispetto a quello odierno e il rapido insabbiamento hanno consentito la conservazione per duemila anni dell'intero carico: sia le merci che gli strumenti utilizzati dall'equipaggio e il loro oggetti personali che oggi è posiibile ammirare al museo.
INFO: Comacchio - Via Agatopisto,2 - Tel. +39 0533 311316/81302 - info@museodeltaantico.com - info@podeltatourism.it - www.museodetaantico.com - www.podeltatourism.it

MANIFATTURA DEI MARINATI:
La manifattura è la fabbrica dei pesci, è la casa dell'anguilla. La Sala dei Fuochi è il cuore di questo museo-laboratorio, con suoi 12 camini, funzionanti da ottebre anovembre che  cuocione i tranci di angiolle, infilate in lunghi piedi. Dopo la cottura, nella Sala degli Aceti i pezzi di pesce vengono coperti dalla salamoiaper la marinatura. Il percorso espositivo rappresenta le tappe di una tradizione di una città in cui il pesce pescato nelle vicine Valli, raggiungeva la sua destinazione privilegiata per poi diventare un prelibato prodotto gastronomico.
INFO: COMACCHIO - Via Mazzini, 200 - Tel. +39 0533 81742 - manifatturadeimarinati@parcodeltapo.it - www.parcodelatpo.it